La Porte Dogon, galleria d'arte africana, il sito di vendita online di Essentiel Galerie: arte primitiva, arte tribale, arte primitiva
...
opzioni di ricerca




Arte africana - Terrecotta:


Luena Vaso
Arte africana > Terrecotta > Luena Vaso

Collezione d'arte belga africana.
Vaso con motivo figurativo umano, decorato con una giustapposizione di scacchiere, e un volto su cui sono incise le tradizionali scarificazioni un tempo in uso tra i Lwena.
Slip marrone scuro.
Di origine Lunda, i Lwena (o Lovale , o Luvale ) emigrarono dall'Angola nello Zaire nel XIX secolo, respinti dai Chokwe. Alcuni divennero mercanti di schiavi, altri, i Lovale, trovarono rifugio in Zambia e presso lo Zambesi in Angola. La loro società è matrilineare, esogama e poligama. I Lwena divennero famosi per le loro sculture color miele, che incarnano figure di antenati e capi defunti, e per le loro maschere legate ai riti di iniziazione del mukanda.


Vedi il foglio

240,00

Bura Testa
Arte africana > Terrecotta > Bura Testa

Collezione belga di arte africana
La scultura frammentaria della Bura, con i suoi tratti stilizzati, è accompagnata da lacune, crepe e restauri. Non è accompagnato da TL.
La cultura Bura, centrata nella valle del fiume Niger nel Niger e nel Burkina Faso, è riconosciuta per la sua età del ferro, che va dal 3° secolo d.C. fino al 13° secolo. Scoperto di recente nel 1975, rimane relativamente sconosciuto nonostante gli scavi archeologici iniziati nel 1983. I manufatti della cultura Bura includono urne funerarie in terracotta, punte di freccia in ferro e gioielli in ottone. Tra i loro risultati più notevoli, i Bura produssero figure equestri in terracotta.


Vedi il foglio

150,00

Fon Ceramica
Arte africana > Terrecotta > Fon Ceramica

Objeto ritual asociado al culto vudú de las culturas Fon y Ewe de las zonas costeras de Costa de Marfil y Ghana, Togo y Benin. Realizado en cerámica, el objeto tiene un cuerpo globular rematado por tres cabezas y dos brazos laterales a modo de asas. Estas esculturas de terracota se colocaban en los altares que recibían libaciones de granos de mijo. Pátina en blancos, beiges y ocres rosados ​​(ligeras grietas debajo de un brazo)


Vedi il foglio

750,00

Kongo Ceramica
Arte africana > Vasi, vasetti, calabasi, urne > Kongo Ceramica

Collezione di arte africana
belga Utilizzato quotidianamente e durante riti divinatori, patti, cerimonie rituali, questo contenitore presenta lati curvi evidenziati da un ampio fregio. Lievi sbeccature sui bordi. Sottoveste scura e liscia. Patina nera satinata, piccole sbeccature.


Vedi il foglio

245,00

Djenne Vaso
Arte africana > Vasi, vasetti, calabasi, urne > Djenne Vaso

Ex collezione belga di arte africana.
Un contenitore molto sobrio tipo Djenne, il cui slip arancione-rosa traspare nonostante l'abrasione della superficie. Perforazione alla base. Poiché i vecchi siti di Djenne si trovano tutti in una zona alluvionale, quando le acque si ritirano emergono dei manufatti, che a volte la gente del posto li scopre per caso.
Nell'impero del Mali, le sculture in terracotta con ingobbio rosso avevano una connotazione funeraria.


Vedi il foglio

190,00

Vaso di Djenne in ceramica
Arte africana > Vasi, vasetti, calabasi, urne > Vaso di Djenne in ceramica

Ex collezione belga di arte africana.
Contenitore di grande sobrietà del tipo Djenne, la cui busta arancione si intravede sotto una sottile pellicola beige. I bordi del collo sono leggermente danneggiati.
Poiché i vecchi siti di Djenne si trovano tutti in una zona alluvionale, quando le acque si ritirano emergono fatti, che a volte gli abitanti li scoprono per caso.
Nell'impero del Mali, le sculture in terracotta con ingobbio rosso avevano una connotazione funeraria.


Vedi il foglio

180,00

Testa in terracotta con perline
Arte africana > Terrecotta > Testa con perline

Realizzata nelle praterie camerunesi utilizzando la tradizionale tecnica decorativa con perline di vetro multicolori, questa testa si ispira alle famose effigi dei sovrani. Applicate con cura su una superficie in terracotta, le perle accentuano i lineamenti e il copricapo con colori fortemente contrastanti.
Nell'arte africana, il movimento artistico di cui queste sculture fanno parte porta il nome dell'antica capitale religiosa della Nigeria, Ifè, una delle tante città-stato fondate dagli Yoruba. Questa civiltà è succeduta alla civiltà Nok. Questa città-stato di Ilé-Ifé, la cui ascesa culminò dal XII al XV secolo, aveva una tradizione artistica di ritratti reali intrisi di realismo, effigi funebri in bronzo ma anche in terracotta.


Vedi il foglio

180,00





Ultimi articoli che hai visualizzato:
Arte africana  - 

© 2024 - Digital Consult SPRL

Essentiel Galerie SPRL
73A Rue de Tournai - 7333 Tertre - Belgique
+32 (0)65.529.100
visa Master CardPaypal