La Porte Dogon, galleria d'arte africana, il sito di vendita online di Essentiel Galerie: arte primitiva, arte tribale, arte primitiva
...
opzioni di ricerca




Arte africana - Cucchiai:


Bwende Cucchiaio
Arte africana > Cucchiai > Bwende Cucchiaio

Oltre ai famosi niombo, a volte giganteschi "pacchetti" funerari antropomorfi rappresentanti il ​​defunto, i Bwende, ispirandosi ai Kongo e ai Bembe, scolpirono vari oggetti prestigiosi, come questo cucchiaio il cui ampio cucchiaino è sormontato da un busto raffigurante un antenato.
Altezza su base: 47 cm. Patina arancio-marrone lucida, crepe da essiccamento.

I Vili, i Lâri, i Sûndi, i Woyo, i Bembe, i Bwende, gli Yombé e i Kôngo costituivano il gruppo Kôngo, guidato dal re Ntotela. Il loro regno raggiunse il suo apice nel XVI secolo con il commercio di avorio, rame e la tratta degli schiavi. Con le stesse credenze e tradizioni realizzarono una statuaria dotata di un gesto codificato in relazione alla loro visione del mondo. Le sculture Bwendé sono fortemente ispirate a ...


Vedi il foglio

180,00

Touareg Cucchiaio
Arte africana > Cucchiai > Touareg Cucchiaio

Collezione d'arte africana francese
Oggetti quotidiani nell'arte africana.
Accessorio funzionale per le cerimonie rituali, questo cucchiaio scolpito offre una profonda ciotola a forma di cono sormontata da un manico ricurvo con un'estremità piatta. Finissime striature adornano la superficie.
Diffusi nella regione sahariana di Libia, Mali, Algeria e Niger, i Tuareg (sing.: Targui), o "Uomini Velati", provengono da pastori berberi in fuga dagli arabi in Libia nel VII secolo. Il fabbro targui intaglia anche il legno, essendo questo un materiale raro, fanno parte della dote gli oggetti intagliati che spesso vengono riparati per prolungarne l'uso.
Rif. : "Africa nera, 1" J. Anquetil;

Cucchiaio cerimoniale Luba Hemba
Arte africana > Oggetti abituali > Luba Cucchiaio

Collezione d'arte belga africana.
Gli emblemi antropomorfi del cucchiaio sono ricorrenti nell'arte tribale. Il manico della spatola è scolpito con un classico motivo cefalomorfo, caratterizzato da un'effigie della testa tradizionalmente rasata, una fascia che limita il sofisticato copricapo. i lineamenti del viso, armoniosi, sono accuratamente modellati. Sebbene rituale, il cucchiaio divenne rapidamente anche un segno esteriore di ricchezza.
Altezza su base: 56 cm.
Crepe e abrasioni.
I Luba (Baluba in Chiluba) sono un popolo dell'Africa Centrale. La loro culla è il Katanga, più precisamente la regione del fiume Lubu, da cui il nome (Baluba, che significa “i Lubas”). Sono nati da una secessione del gruppo etnico Songhoy, sotto la guida di Ilunga Kalala che uccise il ...


Vedi il foglio

95,00

Cucchiaio a spatola Hemba janiforme
Arte africana > Cucchiai > Cucchiaio Hemba

Intagliato con singiti motivi di antenati hemba dal bwana mutombo, il manico di questo prestigioso cucchiaio si estende in una ciotola piatta. Patina semi satinata bruno medio, piccole erosioni. Altezza su base: 39 cm.
Gli Hemba sono stati a lungo soggetti al vicino impero Luba, che ha avuto una certa influenza sulla loro cultura, religione e arte. Il culto degli antenati è centrale nella società Hemba. La genealogia è infatti garante dei privilegi e della distribuzione della terra. Tutti gli aspetti della comunità sono intrisi dell'autorità degli antenati. Pertanto, si ritiene che questi abbiano un'influenza sulla giustizia, sulla medicina, sulla legge e sui sacrifici. Padroneggiando la scultura con talento, gli Hemba hanno prodotto principalmente statue di antenati singiti, che ...


Vedi il foglio

95,00

Cucchiaio Ammôla Touareg Niger
Arte africana > Oggetti abituali > Touareg Cucchiaio

Oggetti quotidiani nell'arte africana.
Accessorio funzionale per cerimonie rituali, questo cucchiaio scolpito offre una profonda ciotola a forma di cono prolungata da un manico piatto e ricurvo. Piccole strisce parallele formano motivi che si intersecano sulla superficie opaca. Patina vellutata, abrasioni dovute all'uso.
Altezza su base: 30 cm.
Diffusi nella regione sahariana di Libia, Mali, Algeria e Niger, i Tuareg (cant.: Targui), o "Uomini Velati", provengono da pastori berberi in fuga dagli arabi in Libia nel VII secolo. Il fabbro targui scolpisce anche il legno, materiale raro, fanno parte della dote gli oggetti intagliati che spesso vengono riparati per prolungarne l'uso.
Rif. : "Africa Nera, 1" J. Anquetil.


Vedi il foglio

280,00

Pende Cucchiai
Arte africana > Cucchiai > Pende Cucchiai

Collezione d'arte francese africana.
Il nominativo verrà comunicato al momento dell'acquisto. Le arti decorative pende riflettono usi religiosi grazie ai motivi tradizionali con cui sono adornate. Su questi cucchiai compaiono volti simili alle maschere iniziatiche, con grandi palpebre abbassate. Patina marrone lucida, piccole abrasioni.
I Pende occidentali vivono sulle rive del Kwilu, mentre gli orientali si insediarono sulle rive del Kasaï a valle di Tshikapa. Le influenze dei gruppi etnici vicini, Mbla, Suku, Wongo, Leele, Kuba e Salempasu impresse sulla loro grande scultura di arte tribale. All'interno di questa diversità, le maschere Mbuya, realistiche, prodotte ogni dieci anni, assumono una funzione festosa, e incarnano personaggi diversi, tra cui il capo, l'indovino e ...


Vedi il foglio

280,00

Kongo Cucchiaio
Arte africana > Cucchiai > Kongo Cucchiaio

Collezione d'arte belga africana.
I cucchiai antropomorfi sono ricorrenti nell'arte tribale africana. Questa copia si distingue per il motivo antropomorfo raffigurante un notabile seduto dalla presenza imponente. Troviamo i canoni del Kongo art. Questo tipo di oggetto rituale costituisce anche un segno esteriore di ricchezza e prestigio.

Altezza su base: 41 cm.
Patina marrone medio opaco, scheggiatura su un braccio, lievi crepe.
I Vili , i Lâri, i Sûndi, i Woyo, i Bembe, i Bwende, gli Yombé e i Kôngo formarono il gruppo Kôngo, guidato dal re ntotela < /io> . Il loro regno raggiunse il suo apice nel XVI secolo con il commercio di avorio, rame e la tratta degli schiavi. Con le stesse credenze e tradizioni realizzano statue dotate di gesti codificati in ...


Vedi il foglio

180,00

Cucchiaio Mangbetu
Arte africana > Cucchiai > Cucchiaio Mangbetu

I cucchiai antropomorfi sono ricorrenti nell'arte tribale. Quest'ultimo si distingue per il suo motivo antropomorfo riprendendo i canoni classici che valorizzano la mitica acconciatura. Anche se di uso rituale, anche il cucchiaio divenne presto un emblema di prestigio.
Il regno di Mangbetu nel nord del Congo ha prodotto opere architettoniche che hanno impressionato i visitatori europei nel XIX secolo. I loro mobili, armi, ornamenti, oggetti di uso quotidiano e statue erano intrisi di una rara qualità estetica. L'etnologo G.A. Schweinfurth nel 1870 ne descrisse la simmetria e la raffinatezza, mentre allo stesso tempo testimoniava degli omicidi rituali e dei sacrifici umani praticati dal "popolo dalle teste allungate".
Altezza su base: 36 cm.


Vedi il foglio

125,00

Fang Cucchiaio
Arte africana > Cucchiai > Fang Cucchiaio

Il cucchiaio, oggetto "nobile", strumento per scopi rituali o strumento funzionale, è valorizzato dai suoi motivi scultorei.
Questo cucchiaio Fang africano illustra la diversità delle arti decorative africane del Fang: il soggetto scolpito si riferisce alle statue degli antenati che sormontano i cesti reliquiari. Patina satinata color cioccolato.
Altezza sulla base: 47 cm.
L'arte africana del culto Byeri è illustrata da varie sculture antropomorfe che fungono da "guardiani" e incarnano l'antenato. Le casse contenenti le reliquie di antenati illustri erano custodite dall'uomo più anziano del paese, l'esa. Sormontate da una statua o da una testa che fungeva da custode delle scatole "byeri", erano riposte in un angolo oscuro della capanna, destinate a deviare gli ...


Vedi il foglio

180,00

Cucchiaio rituale Luba
Arte africana > Cucchiai > Luba cucchiaio

Collezione d'arte belga africana.
I cucchiai antropomorfi sono ricorrenti nell'arte tribale. Questo per rustico quale è non è meno molto interessante per la semplicità della sua forma e della scultura. Vi troviamo gli attributi dell'arte di Luba tra cui l'acconciatura mitica di questo gruppo etnico. Tracce d'uso e di usura. Patina nera e leggermente croccante.
I Luba (Baluba in Chiluba) sono un popolo dell'Africa Centrale. La loro culla è il Katanga, più precisamente la regione del fiume Lubu, da cui il nome (Baluba, che significa “i Lubas”). Sono nati da una secessione del gruppo etnico Songhoy, sotto la guida di Ilunga Kalala che uccise il vecchio re Kongolo che da allora è stato venerato sotto forma di pitone. Nel XVI secolo crearono uno stato, organizzato come un chiefdom ...


Vedi il foglio

125,00





Ultimi articoli che hai visualizzato:
Arte africana  - 

© 2024 - Digital Consult SPRL

Essentiel Galerie SPRL
73A Rue de Tournai - 7333 Tertre - Belgique
+32 (0)65.529.100
visa Master CardPaypal